GABICCE MARE

bottone_gabicce

GABICCE MARE, LA BAIA VERDE E BLUpanorami su gab

Gabicce Mare, graziosissima località della Riviera a Nord delle Marche, è uno dei centri balneari più caratteristici, famosa per un turismo familiare e sportivo e per l’ospitalità nei suoi Hotel, Residence e Bed and Breakfast.

Gabicce Mare offre una vista del paesaggio davvero suggestiva: nella zona direttamente sul mare, il turista trova alberghi e stabilimenti balneari attrezzati, mentre nella parte collinare di Gabicce si trova uno scorcio panoramico immerso nel verde, dal quale si può osservare tutta la costa, meravigliosa al calar del sole!
Anche a Gabicce Monte ci sono alberghi d’elite e bed and breakfast e ristoranti tipici nei quali si possono trascorrere tranquille serate estive, godendo un panorama esclusivo.

La spiaggia di sabbia finissima, gli hotel in riva al mare, il clima ideale per una vacanza al sole, l’accoglienza e la gentilezza dei paesani caratterizzano Gabicce Mare.
Gabicce Mare è sinonimo di ospitalità e cordialità, in questo luogo gli ospiti vivono una vacanza piena di emozioni.
La posizione è invidiabile, un piccolo golfo che si affaccia sull’Adriatico, con il mare pulito, le spiagge attrezzate – ombrelloni e brandine – giochi, feste ed intrattenimenti dall’alba al tramonto.

Dal verde del Parco si passa direttamente all’azzurro del mare; si ha così una suggestiva vista panoramica da Gabicce Monte: una cartolina unica da ammirare. L’influenza del Monte di Gabicce regala benessere e aria salubre consigliata dai medici di famiglia ai genitori con bimbi in tenera età.
Dalla spiaggia emerge la falesia, un paesaggio marino inusuale per la costa sabbiosa delle Marche.
I colori della falesia e delle ginestre, proprio a ridosso dell’acqua, rendono ancora più suggestive le spiagge che si trovano ai piedi del Parco del Monte San Bartolo. Questa area protetta offre scenari naturali inediti. Gli appassionati di fotografia possono facilmente cogliere la fioritura delle ginestre, le distese di cannucce di Plinio, il pino d’Aleppo ed il raro lino marittimo, per non parlare poi della fauna, che il turista ha la fortuna di intravedere: caprioli, volpi, tassi, istrici, uccelli marini e rapaci.

Gabicce Mare è anche la città del cicloturismo dal lontano 1980 – www.gabiccemarebike.it e dal 1992 è la città preferita delle auto storiche MG, tanto è vero che ogni due anni le mitiche “signore” si radunano a Gabicce Mare, 200 equipaggi, per partecipare alla manifestazione MG BY THE SEA.

Da Aprile a ottobre i ciclo-turisti scelgono di trascorrere le proprie vacanze a Gabicce Mare, dove giorno dopo giorno scoprono, in sella alla propria bicicletta, l’entroterra pesarese.
Tante prelibatezze enogastronomiche sono tipiche della nostra terra, i piatti più gustosi sono particolarmente graditi e ricercati dagli sportivi, ma anche dai loro familiari, mentre l’ottimo pesce cucinato con i sapori più genuini è il piatto preferito da tutti i turisti.
A proposito di sport, un eccellente impianto sportivo con campi di calcio regolamentari è a disposizione degli appassionati del pallone.
I Campi Sportivi di Gabicce Mare rappresentano la location ideale per avvenimenti non solo legati allo sport, ma alla musica, ai grandi spettacoli, insomma al divertimento più ricercato dagli organizzatori di eventi.
Questi sono solo alcuni cenni della bellezza di Gabicce Mare, tutta da scoprire!

FIORENZUOLA DI FOCARA

Fiorenzuola3Fiorenzuola è paese di delicati incanti, forse non ce n’è altro più bello nell’arco di costa da Venezia ad Ancona. Noto da sempre a tutti i viaggiatori di terra e di mare, di fondazione romana, fu trasformato in castello dagli arcivescovi di Ravenna, quando Pesaro faceva parte della Pentapoli Marittima Bizantina.
Oggetto di contesa tra la Chiesa ravennate e la Comunità pesarese, e in seguito tra i Malatesta di Rimini e quelli di Pesaro, la loro sorte è stata tormentata e drammatica.

Situato a 10 Km d Pesaro, 25 da Rimini e 15 da Riccione, Fiorenzuola di Focara è l’unico borgo medievale che si erge a 177 metri sul livello del mare. La sua cinta muraria di forma pentagonale, nel passato a difesa del castello, è attualmente in fase di restauro unitamente ai torrioni laterali, mentre un lato è a strapiombo sul mare.

Il toponimo “focara”, di origine antichissima, sembra risalire ai fuochi che si accendevano per richiamare l’attenzione del naviganti in prossimità del pericoloso promontorio. Da “Florentia” (o Castrum Florentii o Castrum Florentinum) deriva Fiorenzuola: nome presente in altre regioni italiane come diminutivo-vezzeggiativo da “florens-florentis” = fiorente. La citazione di Dante Alighieri “Poi farà si ch’al vento di Focara – non farà lor mestier voto né preco” (Divina Commedia Inferno, XXVIII, vv.89-90), ha reso particolarmente famoso questo borgo a picco sul mare, in un tratto nel quale occorrevano “voti e preghiere” per salvarsi dai fortunali. Inserita nel territorio facente parte del Parco Monte San Bartolo, polmone verde anche per la vicina riviera romagnola, Fiorenzuola di Focara offre una spiaggetta naturale, con sabbia e ciottoli, formatasi nel tempo di fronte al limpido mare.